Le energie vitali nello yoga e nell’ayurveda

Nella medicina ayurvedica, o meglio nei Sutra e nella filosofia Vedica, il concetto di “energia negativa”, se declinata nel suo…

significato mistico ha due livelli di manifestazione, cioè L’INFLUENZA DEGLI ASTRI e IL KARMA.

1 L’influenza degli astri, del sole e della luna al momento della nascita, in base alla loro collocazione nell’universo

2 Il Karma, cioè l’influenza delle azioni, buone e cattive, svolte nelle  vite passate, recenti. Contiamo quattro tipi di karma  ma al fine di non confondere il lettore,  basta sapere che al pari di una clessidra, il nostro karma negativo riempie la clessidra quando compiamo azioni negative, e la svuota quando invece facciamo azioni positiva, cioè dirette verso il bene incondizionato chiamato Dharma o verità. Quando la clessidra è vuota, l’anima è pura.

Joitish è la scienza vedica che studia l’influenza degli astri sul destino delle persone e del mondo, perché tutto è in uno e quindi uno è in tutto ( l’uomo e l’universo comunicano senza soluzione di continuità). Questa antica scienza ci aiuta a capire perché si generano negatività e positività.

Per quanto concerne il karma, se siamo carichi di cattive azioni che hanno contrastato col Dharma, accumulato anche in vite passate, la pratica delle Sadhana, cioè di azioni virtuose e del karma yoga, cioè di azioni gratuite volte al bene  dell’universo e quindi dell’uomo, aiutano ad eliminare le energie negative.

In ayurveda la presenza di negatività ostacola la buona riuscita della cura e quindi della guarigione. Esistono poi energie negative legate all’azione dell’intelletto ed all’influenza dell’ego, che si esplicano in tre abiti mentali diversi chiamati Triguna, dove Satwa costituisce la saggezza, Rajas l’impeto e Tamas l’ignoranza, cioè la negatività. Infine ci sono le energie negative legate al Prana, alle arie vitali,  conseguenza sia di quanto descritto sopra ma legate anche ad un cattivo stile di vita.

Scritto da Sem Galbiati, terapista ayurvedico

Contattami per imparare alcune semplici pratiche che possono aiutarti a vivere meglio in equilibrio o per un trattamento ayurvedico, sceglieremo insieme il percorso più adatto per il tuo star bene.

Condividi:

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Esserenza Blog

Articoli correlati

Elena Carafa

Elena Carafa

Fondatrice di Esserenza

Artista e designer
Terapista ayurvedica
Operatrice in discipline Bio Naturali DBN
Reg. Uff. Reg. Lombardia n.29-2020/TA29

Ho imparato nell’esperienza delle cose che l’arte, come la intendo io, è quel momento che si presenta ogni volta che vogliamo afferrare la nostra essenza. L’arte per l’arte non mi è mai interessata, a me interessa la magia che s’infonde nella relazione essere umano, spazio, tempo, materia. Lo scopo finale è il processo, ossia conoscersi sperimentando, approfondendo e provando: è farne esperienza diretta, appunto, solo così si trasformano continuamente le nostre esistenze, sempre in nuove forme, come nel gioco spontaneo che un bambino può fare con un legnetto su una spiaggia.

Ho osservato e studiato molto i giochi dei bambini e come gli adulti vivono i propri ambiti di conoscenza e sviluppo di sé stessi; da queste osservazioni dirette ho delineato una modalità che applico in tutte le attività che faccio e faccio fare: cerco sempre di creare quello spazio magico dove possano avvenire processi trasformativi di significato. L’arte, le pratiche dello Yoga e dell’Ayurveda, così come altre discipline o tecniche diventano “ambiti”  dove possono realizzarsi tali processi.

Attività

collettive individuali adulti

bambini adolescenti

per:

Progetti & Oggetti

Iscriviti alla newletter

per ricevere articoli e aggiornamenti su corsi e attività.