Attività

collettive individuali adulti

bambini adolescenti

per:

Progetti & Oggetti

Iscriviti alla newletter

per ricevere articoli e aggiornamenti su corsi e attività.

Esserenza Blog
spazio ayurvedico

Anatomia cosmica ayurvedica

Comprendere a fondo il sistema di cura della medicina Ayurvedica, significa risalire non solo all’origine dell’uomo ma all’impulso primordiale che…

Leggi »
alimentazione

Triphala, la via purificante

Triphala è una parola in Sanscrito che significa tre frutti, ognuno dei quali ha proprietà già favolose singolarmente, ma che…

Leggi »
alimentazione

Insalate anche in inverno

In inverno il fuoco digestivo metabolico (Agni) affievolisce un poco la sua funzione, ossia quella di trasformare il cibo che…

Leggi »
spazio ayurvedico

Chi siamo? Ce lo raccontano i Dosha

L’organismo umano è costituito secondo gli insegnamenti ayurvedici da cinque elementi fondamentali chiamati Panchamahabuta, presenti in ogni cellula del corpo…

Leggi »

Iscriviti alla newletter

per ricevere articoli e aggiornamenti su corsi e attività.

Elena Carafa

Elena Carafa

Fondatrice di Esserenza

Artista e designer
Terapista ayurvedica
Operatrice in discipline Bio Naturali DBN
Reg. Uff. Reg. Lombardia n.29-2020/TA29

Ho imparato nell’esperienza delle cose che l’arte, come la intendo io, è quel momento che si presenta ogni volta che vogliamo afferrare la nostra essenza. L’arte per l’arte non mi è mai interessata, a me interessa la magia che s’infonde nella relazione essere umano, spazio, tempo, materia. Lo scopo finale è il processo, ossia conoscersi sperimentando, approfondendo e provando: è farne esperienza diretta, appunto, solo così si trasformano continuamente le nostre esistenze, sempre in nuove forme, come nel gioco spontaneo che un bambino può fare con un legnetto su una spiaggia.

Ho osservato e studiato molto i giochi dei bambini e come gli adulti vivono i propri ambiti di conoscenza e sviluppo di sé stessi; da queste osservazioni dirette ho delineato una modalità che applico in tutte le attività che faccio e faccio fare: cerco sempre di creare quello spazio magico dove possano avvenire processi trasformativi di significato. L’arte, le pratiche dello Yoga e dell’Ayurveda, così come altre discipline o tecniche diventano “ambiti”  dove possono realizzarsi tali processi.